Cristina Parodi critica la TV di Barbara D’Urso

cristina-parodi-asfaltata-da-barbara-durso_1686553

Sicuramente questa è stata la peggiore stagione televisiva che sta vivendo Cristina Parodi da quando ha preso in mano Domenica In, dove ha arruolato al suo fianco la sorella Benedetta Parodi (che da co-conduttrice è stata relegata alla conduzione di una piccola rubrica di cucina e sembra vicina a lasciare il programma).

La trasmissione, orfana dello spazio L’Arena condotto da Massimo Giletti che portava ascolti e polemiche, ha incappato in un format confusionario, senza una linea editoriale precisa e soprattutto con una Benedetta Parodi che sembrava essere completamente fuori contesto.

Come erano fuori contesto le cucine alla domenica pomeriggio, specie se non supportate da un racconto televisivo efficace.

Questa non vuole essere la riflessione su questa Domenica In, i cui risultati fallimentari sono sotto gli occhi di tutti, ma è un richiamo al programma dopo le dichiarazioni rilasciate da Cristina Parodi nella trasmissione di Rai3, TV Talk.

La Parodi è stata chiamata a commentare i risultati di ascolto disastrosi della sua domenica pomeriggio con un evidente richiamo alla concorrenza sempre vincente di Domenica Live con Barbara D’Urso.

“Nella mia Domenica In non porto in onda la donna col seno più grande del mondo, ma intervisto Piero Angela”.  avrebbe dichiarato Cristina Parodi.

Questo a sottolineare che gli ascolti della D’Urso sarebbero determinati da una scelta trash, cosa che lei non condivide per il suo programma e che non potrebbe, a suo avviso, neanche fare perché le è stata chiesta una trasmissione di qualità.

Nascondere un ascolto disastroso dietro una TV di qualità è la più banale delle scuse e per quanto la Domenica Live della D’Urso possa essere criticabile o definita trash almeno ha una idea chiara di format, una mission precisa e un racconto ben delineato che può piacere o meno, ma che macina ascolti. Anche il trash bisogna essere in grado di farlo e bisogna riconoscere alla D’Urso che è sempre in grado di capire cosa piace ai telespettatori e riuscire a trovare quella ricetta giusta per mettere insieme sempre ingredienti diversi che raccontano il gossip, la cronaca o il costume italiano, alle volte in modo troppo colorato va bene, ma che ti fanno passare una domenica pomeriggio spensierata e non ti fanno cambiare canale, dopo mezzo secondo.

Anche la TV di qualità bisogna saperla fare e nessuno può dire nulla sulla bravura e professionalità di Cristina Parodi, ma un format tv dovrebbe essere molto di più che uno sgabello ed un’intervista.

La verità è che Domenica In si merita tutti gli ascolti pessimi che hanno determinato la sua débâcle a favore della concorrenza fatta quantomeno “col cuore”.

A questo punto ci aspettiamo una risposta di Barbara D’Urso che potrebbe arrivare proprio nella puntata odierna di Domenica Live.

 

Annunci