Cara Mediaset….e se Immaturi fosse un format tv?

Immaturi-La-serie-1030x615

Il ritorno di Paola Perego con Superbrain ha portato bene alla conduttrice e ascolti alla rete ammiraglia ,Dance dance dance (alla seconda serie) continua a floppare e nella stessa serata quella che doveva essere una serie televisiva evento di Canale 5, la trasposizione cinematografica di Immaturi si è rivelata soltanto un prodotto seriale dagli ascolti tiepidi (nella puntata di ieri ha avuto uno share poco più del 14%).

Qui in genere parliamo soltanto di programmi televisivi/web e di personaggi che lo coabitano (Lady Format, questo è), ma ho voluto accogliere l’idea della nostra redattrice Margot nel parlare di  Immaturi e vi spiego perché.

Immaturi è stato al cinema un film di grande successo, ora è in televisione una serie televisiva che non ha propriamente fatto il decollo tanto atteso.

A mio avviso, poteva avere più successo trasporre l’idea di Immaturi in un format televisivo. Quanti di voi sognano un giorno di rivedere i propri vecchi cari compagni di scuola di 20 anni fa, di ritornare adolescenti, di rimettersi alla prova, di ritornare ad essere un po’ Immaturi? (Questo non può essere forse il concept di un programma?)

Margot lo ha sognato, lo ha scritto, lo ha recensito. Buona lettura!

“Un errore burocratico non ben specificato, mi trovo molte notti a sognare che la mia laurea non è valida, perché ho dato un esame in meno rispetto a quelli previsti.

Mi sveglio sudata, angosciata, sembra tutto così reale, anche se oramai di anni ne sono passati parecchi, dannazione!
Che direbbero i padri della psicoanalisi? Quanti disagi!
E quindi, mi trovo ad esprimere tutta la mia solidarietà e la mia empatia, il venerdì sera su Canale 5, nei confronti di quei pazzi Immaturi, costretti a ripetere e a frequentare l’ultimo anno di Liceo, perché la loro Maturità è stata annullata.

Vi immaginate? Suona il postino per una raccomandata, ed è il Ministero della Pubblica Istruzione che ti obbliga a riprendere lo zainetto, a comprarti astuccio e diario, e a ricominciare.

Anche gli amori dell’ultimo anno sono previsti nel piano di studi da ripetere!

Magari, questo, potrebbe essere pure un aspetto interessante, cara Lady Format.
Otto puntate per il piccolo schermo, che riprendono la trama dell’omonimo film, uscito nelle sale cinematografiche nel 2010, diretto da Paolo Genovese, e che fu un grande successo, incassando oltre quindici milioni di euro, tanto che poi, due anni dopo, venne girato il seguito: Immaturi-Il viaggio.
La regia della fiction è, invece, firmata da Rolando Ravello. Tra gli attori ritroviamo l’immenso Maurizio Mattioli, nella veste di padre disperato dell’eterno immaturo Lorenzo, interpretato da un irresistibile Ricky Memphis, innamorato di Luisa (bella e brava Irene Ferri), fin dai tempi dei banchi di scuola.
Il cast è ricco di bravi attori: Sabrina Impacciatore (ex storica ragazza di Non è la rai), che interpreta Serena, una ricca borghese, snob e viziata ma piena di risorse; Nicole Grimaudo (altra ex storica ragazza di Non è la rai), nella veste di Francesca, cuoca di successo alle prese con una dipendenza da sesso; Daniele Liotti (ex giudice di Amici), professore di matematica; Ilaria Spada, professoressa di Filosofia; Paolo Kessisoglu e Luca Bizzarri (ex conduttori di Le iene show), due ex migliori amici che non si parlano da anni ma che si trovano, poi, a superare i vecchi rancori; e ancora, Paolo Calabresi, Paola Tixiana Cruciani, Carlotta Antonelli, Michele La Ginestra, Ninni Bruschetta, Andrea Carpenzano.
Insicurezza?

Sensazione di non essere all’altezza delle situazioni e di dover sempre dimostrare il proprio valore?

Problemi di autostima?

Caro Freud, parliamone. Perché io gli esami li ho sostenuti proprio tutti, hai capito? E, di notte, vorrei dormire tranquilla!”

Annunci